fbpx

Marketing e Web marketing, quali differenze?

scrivania bianca per marketing e web marketing vista dall'alto con tablet, tastiera, occhiali e tazzina di caffè

Marketing e web marketing, due termini molto diffusi, quasi inflazionati, sui quali però si fa ancora molta confusione.

Ci capita spesso di parlare di marketing con imprenditori che alla domanda “quali sono i punti di debolezza della sua impresa?” rispondano con fierezza “Nessuno!”, o che alla domanda “quali sono i vostri competitor” rispondano infastiditi “Non ne abbiamo!”. Dilemmi simili nascono quando si parla di web marketing, dove la frase più gettonata è “Voglio fare i social!”.

Quindi, cosa sono marketing e web marketing? Quali differenze ci sono?

Ci sembra utile fare un po’ di chiarezza.

Cos’è il Marketing?

“Il marketing è l’arte e la scienza di individuare, creare e fornire valore per soddisfare le esigenze di un mercato di riferimento, realizzando un profitto.”

Questa è la definizione di Marketing che dava negli anni ‘60 Philip Kotler, uno dei padri di questa disciplina. Nei decenni successivi, il mondo è radicalmente cambiato e, di conseguenza, sono cambiati anche i settori economici, l’organizzazione delle aziende e il loro modo di approcciarsi ai consumatori.

Oggi il marketing può essere definito come l’attività di comprensione dei bisogni, dei comportamenti e delle aspettative dei clienti in modo da anticipare e soddisfare la domanda di beni e servizi.

L’importanza dell’analisi iniziale

Una buona attività di marketing non può prescindere dalle fasi di analisi e ricerca per rispondere a domande quali:

  • Qual è il bisogno del cliente?
  • Quanto ampio è questo bisogno?
  • Cosa offre il mercato per soddisfare questo bisogno?
  • Il bisogno del cliente può essere soddisfatto dal mio prodotto?
  • Quali sono i miei competitor?

Di conseguenza, occorre valutare i punti di forza e di debolezza del proprio prodotto, individuare i fattori di rischio, le minacce o le opportunità da cogliere, stabilire quale segmento di consumatori si vuole attrarre e pianificare strategicamente le azioni da compiere.

Puntare sui propri clienti

In questa fase ci viene in soccorso nuovamente Kotler, che ha dato vita alla celebre teoria delle “4 leve del marketing”: il prodotto, la politica di prezzo, i punti di vendita o distribuzione e l’attività di promozione.

Delle quattro leve, oggi la più importante è sicuramente l’ultima. Infatti, in un mondo altamente competitivo come il nostro, dove i prodotti sono simili tra loro e spesso di buona qualità, le politiche di prezzo sono anch’esse simili e i canali di vendita sono molteplici, a fare la differenza è la costruzione di un rapporto di fiducia con il cliente e il suo mantenimento nel tempo.

Il segreto del marketing, quindi, non è affannarsi alla ricerca di nuovi clienti ma rendere soddisfatti quelli già acquisiti, poiché saranno loro a condurre nuovi potenziali acquirenti verso l’impresa.

Le differenze tra Marketing e Web marketing

1. Il rapporto tra impresa e consumatore

Tra marketing e web marketing spicca innanzitutto la diversa posizione che l’impresa assume verso il consumatore.

Con il marketing tradizionale, l’azienda si trova in una posizione di superiorità nei confronti del cliente. Il prodotto viene spinto dall’azienda verso il consumatore, attraverso canali offline come la pubblicità in TV o le affissioni stradali, con messaggi che l’utente è costretto a ricevere anche quando non è interessato.

Con il web marketing, invece, la comunicazione diventa interattiva e si decentralizza, passando dall’essere unidirezionale a essere bidirezionale. Il consumatore è attratto dall’azienda verso il prodotto tramite strumenti che lasciano agli utenti totale libertà di scelta. Per esempio, quando ricevo un’e-mail promozionale sono libero di non leggerla o cancellarla, quando faccio una ricerca su Google posso scegliere tra migliaia di risultati, quando scorro la bacheca di Facebook sono libero di saltare gli annunci che non mi interessano.

Inoltre, l’azienda ha la possibilità di conoscere i propri potenziali clienti e interagire con quelli già acquisiti per capire cosa migliorare. I consumatori hanno l’opportunità di giudicare un prodotto/servizio, chiedere assistenza e aiutare l’impresa a sviluppare nuove idee.

2. La tracciabilità dei risultati

Il web contiene miliardi e miliardi di dati che racchiudono le informazioni di noi utenti, le nostre abitudini di fruizione dei contenuti e i nostri comportamenti d’acquisto. Ebbene, tutti questi dati possono essere tracciati, monitorati, analizzati e catalogati dalle imprese attraverso gli strumenti di web marketing.

La seconda differenza tra marketing e web marketing sta proprio nella tracciabilità di quest’ultimo: il monitoraggio costante di dati e risultati consente di ottimizzare le strategie di approccio al cliente e le campagne pubblicitarie al fine di massimizzare i profitti.

3. Il rapporto tra rischio e budget investito

Terza differenza tra marketing e web marketing è quella legata al rapporto rischio-budget investito. Il marketing tradizionale è rischioso in quanto costa parecchio (gli spot televisivi in orari di punta costano decine di migliaia di euro) e i risultati sono poco prevedibili e misurabili.
Invece di investire un budget elevato per lanciare una campagna offline che si può rivelare un fallimento, con il web marketing si può testare una campagna online spendendo poche decine di euro. Se i risultati sono buoni, allora, si può valutare l’investimento di budget più elevati.

Con la pubblicità su Google o sui social network, si può scegliere di indirizzare le campagne solo ai potenziali clienti di un’impresa, mostrando, in altre parole, il messaggio giusto alle persone giuste al momento giusto. Ed è proprio per questo che il ROI (ritorno sull’investimento) delle campagne di web marketing è molto più elevato di quello delle campagne offline.

4. Modificabilità del messaggio

Ultima differenza tra marketing e web marketing sta nella possibilità di modificare il contenuto delle campagne pubblicitarie in corso d’opera. Se un’impresa lancia uno spot televisivo e si accorge che i dialoghi sono poco incisivi o le immagini non rendono giustizia al prodotto, non possono fare nulla per rimediare. Al contrario, se una campagna Facebook non dà i risultati sperati, si può modificare le inserzioni usando, ad esempio, frasi o immagini più accattivanti che mettano maggiormente in risalto le qualità del prodotto e invoglino l’utente ad acquistarlo.

Cos’è il Web marketing?

Il web marketing può essere definito come il marketing applicato al mondo del web, con l’obiettivo di attirare utenti interessati ai propri prodotti o servizi visibili online. Attraverso il web si possono studiare il mercato e i competitor, curare l’identità del proprio brand, pubblicizzare e vendere i propri prodotti, fare assistenza al cliente e coltivare il rapporto con lui.

Il primo step di una buona attività di web marketing è lo studio del posizionamento attuale dell’impresa online. A questo segue la stesura di un progetto che prevede la creazione di un sito web e la sua promozione attraverso diversi canali, sia gratuiti che a pagamento.

I numeri parlano chiaro

Per comprendere la rilevanza di questa attività ci vengono in aiuto i numeri. Più del 60% della popolazione mondiale ha accesso a internet. In Italia, questo dato arriva a toccare l’82%. Oltre la metà delle persone al mondo utilizza i social network e, tra queste, 35 milioni sono in Italia.

Quasi 3 utenti internet su 4 (74%) acquistano prodotti online almeno una volta al mese, con lo smartphone che, per la prima volta, supera il computer come strumento per i pagamenti online, attestandosi al 52% del totale. Considerando che in Italia ci sono più smartphone che abitanti (non è un’iperbole: in Italia ci sono oltre 80 milioni di smartphone per una popolazione residente di 60 milioni!) è facile comprendere la straordinaria possibilità nelle mani delle imprese: raggiungere un immenso bacino di potenziali clienti ai quali offrire i propri prodotti e servizi.

Web marketing si, ma solo se di qualità

In conclusione, possiamo dire senza indugi che il web marketing sia oggi il mezzo più potente per aumentare i volumi di vendita della propria impresa.

Tuttavia, perché un progetto di web marketing risulti vincente, le imprese devono affidarsi a veri professionisti del settore che sappiano trovare il giusto mix tra i diversi canali di cui si compone il web marketing. Tra questi abbiamo i social media, i motori di ricerca, i blog, le email e i video, che sono per noi di Impact Plus il pane quotidiano del nostro lavoro.

Pensi di aver bisogno di una consulenza per la tua impresa?

Condividi Articolo

Condividi su facebook
Facebook

Altri articoli

Ora è il momento di dare un
Impatto Positivo

Contattaci per parlare del tuo progetto e chiedere una consulenza, non vediamo l’ora di ascoltarti!

Contatti

338 9524572 / 392 6122297
info@impactplus.it

Contatti

338 9524572 / 392 6122297
info@impactplus.it

Ci trovi qui

Piazzale Bestat 24, int. 15 - Taranto

Scrivici

×

Ciao, hai bisogno di informazioni?

Clicca sull'icona in basso per scriverci su Whatsapp oppure inviaci un'e-mail a info@impactplus.it.

× Possiamo aiutarti?